La nuova condivisione tra le app in iOS 8

Posted on

La funzionalità “Estensioni” di iOS 8 è una delle novità più importanti del sistema operativo ora disponibile in versione beta, in quanto consente di far interagire tra loro applicazioni terze, widget e tastiere. Tra le funzioni radicalmente modificate da Apple c’è però quella della condivisione, che con iOS 8 raggiunge un alto grado di personalizzazione.

Estensioni

La condivisione ha sempre fatto parte di iOS, dato che anche con il primo iPhone era possibile condividere una foto tramite Mail. Con il passare del tempo, Apple ha reso disponibili sempre più opzioni, consentendo agli utenti di inviare video, posizione geografica, schede contatti, indirizzi web, collegamenti multimediali, memo vocali e tanto altro. E queste condivisioni sono state rese possibili non soltanto tramite i servizi propri di Apple, ma anche sfruttando alternative come Twitter, Facebook, Flickr o YouTube.

Inizialmente, Apple ha presentato queste opzioni di condivisione in un semplice elenco. L’interfaccia non era certo delle migliori, e per questo con iOS 6 è stata introdotta una griglia di icone molto più carina, ma forse anche meno semplice da utilizzare.  Con iOS 7 c’è stato un restyling completo della schermata di condivisione, che è passata da una semplice griglia ad un insieme di righe, con in alto le opzioni “colorate” di condivisione per le singole app e in basso quelle “in bianco e nero” dedicate ai vari servizi Apple.

Con iOS 8 ed Estensioni, sono finalmente terminati i giorni in cui Apple doveva fare accordi con i servizi di social networking per poter integrare le opzioni di condivisione nel sistema operativo. Ora, qualsiasi applicazione presente su App Store può utilizzare entrare a far parte della riga di condivisione del sistema operativo.

Ad esempio, Apple e Pinterest non devono più trovare un accordo per poter offrire un servizio nuovo di condivisione. Pinterest può semplicemente agganciarsi alla riga offerta da iOS 8 e offrire agli utenti la possibilità di condividere i contenuti con un click. In Immagini, su Safari e in qualsiasi altra app sarà quindi possibile avere molte più opzioni di condivisioni. Altro esempio? Aprendo una foto dall’applicazione Immagini potremo condividerla direttamente su WhatsApp se e quando l’applicazione di messaggistica si aggiornerà per sfruttare questa opzione.

Inoltre, l’utente ha la possibilità di personalizzare la riga di condivisione e di aggiungere o eliminare i servizi che preferisce. Le uniche due condivisioni che non possono essere tolte sono quelle delle icone Messaggi e Mail. E’ anche possibile spostare queste icone nella riga di condivisione, per avere subito a portata di mano quelle più utilizzate.

Quindi, se usate spesso Pinterest per la condivisione vi basterà spostare l’icona nella prima pagina della riga di condivisione. Tutto può essere condiviso da qualsiasi app e sfruttando qualsiasi servizio compatibile.

Via